annalaura

In vendita 10 Corso Como – vi spiego cosa andremo a perdere e cosa rischiamo

In vendita 10 Corso Como – vi spiego cosa andremo a perdere e cosa rischiamo

febbraio 21, 2017 , In: Moda , With: No Comments
2

Non voglio dire che in Italia non funziona niente, ma non posso mentire sul fatto che dentro lo pensi.

Non posso non vedere che sguazziamo in una crisi finanziaria da troppo tempo anche rischiando di apparire portatrice di malasorte (sciò sciò ciucciuvè!! 😉 ). Cosa accade stamattina vi direte? Proprio tu che hai fatto del sorriso il tuo biglietto da visita!! Tranquilli il sorriso resta sempre lì dov’è ma ci sono notizie che ti fanno riflettere e che ti fanno un po’ male al cuore.

Se ne parlava dal 2015 che 10 Corso Como navigasse in cattive acque, che equitalia gli alitasse sul collo ma era poi passata la notizia di un accordo, una rateizzazione del debito, ed allora lì tutti a tirare un sospiro di sollievo: il tempio della moda e del buongusto era salvo!

Ma purtroppo il lieto fine esiste solo nelle favole (anche se a quelle non ho mai smesso di crederci!).

Tutti gli spazi del palazzo, di proprietà Rusconi, furono gestiti dal 1991 dalla Società Carla Sozzani Editore. L’idea della gallerista Carla Sozzani (sorella della appena scomparsa Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia) era quella di creare uno spazio che ricordasse i loft newyorkesi capace di fondere cultura e commercio: da qui l’idea di una galleria d’arte, un ristorante, un mini hotel, un bookshop ed un negozio di abiti cult, tutti integrati tra di loro.

Franca e Carla Sozzani all’interno di 10 Corso Como

 

L’intero palazzo, 10 Corso Como, è stato appena messo in vendita, dopo aver ottenuto lo sfratto della società Sozzani, e potrebbe svuotarsi completamente.

Considerata la sua posizione strategica non meraviglia il fatto che grandi investitori (come Brian &Berry etc…) siano interessati alla trattativa, ma ci sono vincoli storici sulla facciata e limitazioni strutturali interne per poterne fare una “normale” galleria commerciale…anche se il timore aleggia nell’aria.

Intanto il multibrand della moda si prepara a sbarcare con la sua formula a New York (già presente a Shangai e Seul) mentre qui tra le lacrime dobbiamo definitivamente dire addio ad un luogo di culto per tutti coloro che si rifugiavano in  10 Corso Como per prendere una boccata di raffinata bellezza, coloro che sapevano che la moda è tutto furché fatua e superficiale, che non è fine a se stessa ma sconfina e si fonde con l’arte, la fotografia, la cultura, ed è la combinazione oggi del passato e del futuro che prepotente si vuole imporre.

Chissà che l’uomo di Neanderthal non sia la nostra destinazione finale, il ritorno a quello stesso stato di atrofia mentale!

See u soon

Annalaura

There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

1 + 4 =